La meraviglia del Veneto
  • english

Gruppo montuoso del Grappa


Il Gruppo montuoso del Grappa è situato nelle Prealpi Venete ed ha nel Monte Grappa (1775 m) la sua cima più alta. Il massiccio - un tempo chiamato Alpe Madre - è suddiviso fra tre province di Vicenza Treviso e Belluno.

Il nome deriva probabilmente dal termine “Krapp” cioè “roccia”. Il massiccio è separato dall'altopiano di Asiago dal fiume Brenta, mentre il fiume Piave lo separa dal gruppo Cesen-Visentin.

Nacque dallo scontro - tuttora in atto - fra la zolla del continente africano e quella europea, infatti è formato da rocce di origine marina. Le principali rocce presenti sono i calcari grigi, il rosso Ammonitico, il Biancone e la Scaglia Rossa.

La vegetazione è formata per lo più da abete bianco, abete rosso e faggio; mentre la flora è costituita da soldanella, botton d'oro, clematide e fior di stecco. La fauna è formata da caprioli,  camosci, cervi, falchi pellegrini, aquile reali, scoiattoli, volpi. Inoltre dopo anni di assenza è ritornato il lupo.

Sul Monte Grappa sorge il Sacrario militare progettato dall'architetto Giovanni Greppi e inaugurato nel 1935. Per le drammatiche battaglie che vi si combatterono tra il 1917 ed il 1918 il Monte Grappa è infatti diventato “Monte Sacro della Patria”.

All’interno del Sacrario sono custoditi i resti di 12.615 caduti. Il monumento è composto da cinque gironi concentrici posizionati in modo da formare una piramide. In cima sorge il sacello della "Madonnina del Grappa".

La Via Eroica dai pendii del tempio arriva al Portale di Roma, dove si trovano 14 cippi di pietra con scritti i nomi delle località interessate dalla Grande Guerra. Il Sacrario custodisce anche le salme di 10.295 caduti austroungarici. Lungo le sue pendici è ancora possibile vedere  sentieri,  forti ed altre opere militari realizzate durante la Guerra.

Il Monte Grappa è considerato una delle salite più belle d'Italia tanto che è stato più volte inserito nel percorso del Giro d'Italia. Vi si trovano inoltre diverse palestre di roccia ovvero pareti attrezzate per praticare l'arrampicata sportiva.

 

285