La meraviglia del Veneto
  • english

Benvenuti a Gazzo


Gazzo è un comune in provincia di Padova in Veneto.

Il suo nome secondo alcuni deriverebbe da una parola longobarda che significava “bosco” infatti questo territorio era ricoperto da boschi. Secondo altri deriverebbe dal termine tedesco “gans” cioè “oca”, infatti Gazzo fino a poco tempo fa era definito “il paese delle oche”. Qualcuno lo fa invece derivare dall’uccello gazza visto che appare anche nello stemma comunale. Comunque sia compare per la prima volta in un documento del 1187.

Nel Medio-Evo Gazzo fu terreno di scontri tra Sigismondo d’Ungheria e Venezia. A partire dal XII secolo iniziarono i lavori di bonifica e di disboscamento e venne concesso dal vescovo di Vicenza a Guido Alberti di Montorso. Fino al 1853 appartenne infatti alla provincia di Vicenza per passare poi a quella di Padova.

Quando Gazzo entrò a far parte del Regno d’Italia era famoso per le sue risaie appartenenti alla famiglia dei Diedo. La popolazione viveva invece in condizioni misere essendo costituita per lo più di braccianti che vivevano di un’agricoltura di sussistenza nei miseri “casoni”.

Vi si trovano però anche diverse ville nobiliari alcune di ispirazione palladiana. Villa Mazzon è un compatto edificio del tardo Seicento di due piani più la soffitta. E’ caratterizzata da un portale a volta, dai pavimenti in terrazzo veneziano e da un balcone in pietra a colonnine. E’ circondata da un giardino e nella prima metà dell’Ottocento appartenne a Francesco IV Arciduca d’Austria e duca di Modena.

Anche Villa Forassaco si presenta su due piani più la soffitta. E’ caratterizzata da stucchi a forma di festoni nel corpo principale e nell’ala laterale più bassa.

“El fontanon del diavoeo” è una risorgiva che però si sta esaurendo per l’abbassamento della falda dovuto al continuo prelievo d’acqua per usi agricoli.

 Altitudine del Comune: 36 m slm (zona: 5)

Scopri altri comuni del Veneto

CRESPADORO

scopri di più  

SANTA GIUSTINA

scopri di più  

CENCENIGHE AGORDINO

scopri di più