La meraviglia del Veneto
  • english

Benvenuti a Enego


Enego è un comune in provincia di Vicenza in Veneto. Il suo nome secondo alcuni deriverebbe dal nome germanico “Enika”. Mentre secondo altri da quello latino “Ennicus”.

Fu abitato fin dall’epoca neolitica, mentre in epoca romana probabilmente era una stazione di posta lungo la strada per la Germania. All’epoca delle invasioni barbariche vi venne eretto un fortilizio (la Bastia) di cui restano solo dei ruderi.

Nel XII secolo Enego era assoggettata a Padova, poi passò sotto  Vicenza e quindi sotto gli Ezzelini. A partire dal 1200 vi si stabilirono i cimbri che mantennero la loro lingua e tradizioni. Nel 1310 Enego entrò a far parte della Reggenza dei Sette Comuni e nel 1404 si sottomise volontariamente a Venezia.

Nel 1762 un incendio la distrusse quasi completamente. Durante la Prima Guerra Mondiale durante i combattimenti sull’Altopiano subì gravi devastazioni, mentre la popolazione fu costretta a rifugiarsi nel Sud Italia.

La Chiesa di Santa Giustina segna il punto più alto del paese e si raggiunge tramite una scalinata in biancone. E’ di origine antichissime, ma nel corso dei secoli è stata più volte rimaneggiata. L’edificio attuale è del 1792. Purtroppo i suoi affreschi cinquecenteschi sono andati distrutti durante un incendio.

La Torre scaligera è quanto resta di una fortificazione fatta costruire da Cangrande della Scala nel 1330. La fortificazione era costituita da quattro torri collegate fra di loro da una cinta muraria. La Bastia forse faceva parte di un sistema difensivo per il controllo dell’Altopiano e della zona del Feltrino. Forte Coldarco è una galleria di 60 metri scavata nella roccia e dotata di 5 aperture a picco sulla Valsugana. 

 Sito web del comune di Enego: http://www.comune.enego.vi.it/.

 Altitudine del Comune: 750 m slm (zona: 1)

Scopri altri comuni del Veneto

CONCORDIA SAGITTARIA

scopri di più