La meraviglia del Veneto
  • english

Benvenuti a Foza


Foza (Vusche in cimbro) è un comune in provincia di Vicenza. La sua origine è oscura, di sicuro è uno dei comuni più antichi dell’Altopiano d’Asiago. Il primo documento in cui viene citato è un documento del 1085, in cui un monte Fugia viene dato dalla nobildonna Ermiza, figlia di Berengario, al monastero di Camposanpiero.

Nel 1190 l’Altopiano venne usurpato dalla famiglia degli Ezzelini, e nel 1202 Foza venne venduta da Ezzelino il Monaco ai monaci di Campese. Quando il potere degli Ezzelini diventò sempre più tirannico tutto l’Altopiano si assoggettò a Vicenza divenuta nel frattempo Comune, ed i comuni  si organizzarono fra loro in una Reggenza.

Nel 1264 Cangrande della Scala sottomise Vicenza dopo aver sterminato la famiglia degli Ezzelini  e assoggettò anche l’Altopiano che presentò il suo progetto di indipendenza. Nel 1478 il Priore del Monastero di Campese donò a Foza tutti i possedimenti che più di due secoli prima aveva acquistato da Ezzelino il Monaco. In quel periodo l’economia di Foza era talmente povera che Venezia esentò la cittadina dal pagamento della tassa del sale e della lana.

La Reggenza dei Sette Comuni cessò di esistere nel 1806 e dopo qualche anno l’Altopiano passò sotto l’Austria. Durante la Prima Guerra Mondiale Foza venne completamente rasa al suolo e gli anni successivi furono anni di dura ricostruzione, ma la Seconda Guerra Mondiale portò di nuovo distruzione e miseria. Solo a partire dagli anni Settanta ci fu un miglioramento delle condizioni di vita per la popolazione.

 Altitudine del Comune: 1.083 m slm (zona: 1)

Scopri altri comuni del Veneto

MUSILE DI PIAVE

scopri di più