La meraviglia del Veneto
  • english

Benvenuti a Stienta


Stienta è un comune in provincia di Rovigo in Veneto.

Secondo alcuni il nome deriverebbe da una parola greco-fenicia che indicava la nebbia. Secondo altri invece deriverebbe dal latino “septigenta” cioè “settanta”. Gli uomini di chiesa per secoli l’hanno chiamata Santo Stefano in Gallito. Solo dopo il Cinquecento si cominciò a chiamarla Stienta.

La rotta del Po del 1152 separò Stienta da Ferrara, ma le due zone ancora per molto tempo conservarono lo stesso dialetto. Il territorio di Stienta comunque era già abitato in epoca romana e subì anche le invasioni barbariche.

Appartenne prima ai Vescovi di Ferrara, quindi ai monaci benedettini e a partire dal Trecento divenne feudo degli Estensi. Nel corso del Quattrocento subì la “guerra del sale” tra gli Estensi e Venezia.

E alla fine del Cinquecento quando Alfonso II d’Este morì senza lasciare eredi legittimi Stienta venne inglobata nello Stato Pontificio. Il Congresso di Vienna l’assegnò alla provincia di Rovigo e al dominio austriaco che terminò solo con l’Unità d’Italia (1866).

La chiesa in stile barocco di Santo Stefano risale al XVIII secolo. Presenta una sola navata con affreschi di Antonio Maria Nardi di Bologna. Villa Camerini è stata costruita nel XVIII secolo secondo l’architettura militare emiliana. Presenta infatti due torri ai lati ed è disposta su tre piani. Era inoltre munita di scuderie, cantine e granai. Mentre intorno vi era un Parco abbellito da piante rare.  

 Altitudine del Comune: 9 m slm (zona: 5)

Scopri altri comuni del Veneto

ALBAREDO D'ADIGE

scopri di più  

SAN MICHELE AL TAGLIAMENTO

scopri di più  

CAVALLINO TREPORTI

scopri di più