La meraviglia del Veneto
  • english

Benvenuti nella provincia di Rovigo


La Provincia di Rovigo comprende 50 comuni ed è generalmente divisa in tre zone: Alto Polesine, Medio Polesine e Basso Polesine.

Polesine significa “terra paludosa” infatti questo territorio è un intrico di terra ed acqua. E’ un territorio “giovane” in quanto si è formato dall’accumularsi dei detriti trasportati dai due fiumi – Po ed Adige – che qui hanno i loro delta. E’ un territorio molto fragile perché spesso si trova al di sotto del livello del mare. E questo rende complicato il deflusso dell’acqua verso il mare.

Per questo purtroppo in passato è stato soggetto a gravissime alluvioni. L’ultima – quella del 1951 – oltre ad aver provocato molti morti ha causato anche ad una forte emigrazione. L’Alto Polesine è caratterizzato da appezzamenti di terra delimitati da filari di vite o da filari di pioppi. Il Basso Polesine è invece un territorio occupato dalle valli di pesca.

Percorrendo questa Provincia è ancora possibile osservare  grandi manufatti ormai abbandonati. Si tratta dei vecchi canapifici, zuccherifici, fornaci ed essiccatoi per il tabacco. Le prime fornaci risalgono al Cinquecento quando si cominciò a costruire le case in muratura e non più in paglia. Per più di due secoli furono l’unica attività industriale del Polesine.

Gli zuccherifici vennero costruiti invece alla fine dell’Ottocento quando si cominciò a coltivare la barbabietola da zucchero. Nello stesso periodo venne introdotta anche la coltivazione del tabacco che però era strettamente controllata dai Monopoli di Stato.

La zona costiera della Provincia di Rovigo alterna stabilimenti balneari moderni ed attrezzati a  spiagge solitarie e selvagge. Le spiagge di Rosolina a mare con i loro fondali bassi e con i tanti servizi che offrono sono apprezzate soprattutto dalle famiglie. Mentre quelle di Boccasette e Barricata soddisfano le esigenze di chi cerca posti meno affollati, ma ugualmente attrezzati. Infine quelle piccole, silenziose e selvagge di Scano Boa e del Bacucco a Porto Tolle offrono un contatto diretto con la natura.

Tra le mete più esclusive del litorale vi è la spiaggia di Albarella. Una piccola isola alla foce del Po di Levante a cui si accede solo tramite un apposito permesso. Qui è possibile godere uno stretto rapporto con la natura e con gli animali liberi. Per non parlare poi dell’Isola dei Gabbiani ad Ariano nel Polesine. Un isolotto formato dai detriti trasportati dai fiumi sul quale nidificano gabbiani, fraticelli e beccacce di mare.

La Provincia di Rovigo può contare su diversi prodotti D.O.P. e I.G.P. come l’aglio bianco polesano, l’insalata di Lusia e il riso del delta del Po. E poi altri prodotti comunque d’eccellenza come il melone del delta polesano, la zucca di Melara o la vongola verace del Polesine.

Tra i vanti di questa Provincia vi è anche quello di avere un sito riconosciuto Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Si tratta proprio del Delta del Po, un ambiente unico al mondo tutelato anche dal Parco Regionale del Delta del Po del Veneto. Inoltre vi si trova anche una Villa Palladiana inserita nella lista delle Ville Palladiane Patrimonio dell’Umanità, si tratta di Villa Badoer a Fratta Polesine. 

Comuni della Provincia di Rovigo

Comune Numero Alloggi
Adria   [20]
Ariano nel Polesine   [8]
Arqu? Polesine   [3]
Badia Polesine   [13]
Bagnolo di Po   [1]
Bergantino   [4]
Bosaro   [1]
Canaro   [2]
Castelmassa   [2]
Castelnovo Bariano   [1]
Ceregnano   [1]
Corbola   [1]
Crespino   [2]
Ficarolo   [1]
Fiesso Umbertiano   [1]
Frassinelle Polesine   [1]
Fratta Polesine   [4]
Gavello   [1]
Giacciano con Baruchella   [3]
Guarda Veneta   [1]
Lendinara   [5]
Loreo   [9]
Lusia   [1]
Melara   [3]
Occhiobello   [13]
Papozze   [1]
Polesella   [2]
Pontecchio Polesine   [1]
Porto Tolle   [21]
Porto Viro   [19]
Rosolina   [99]
Rovigo   [23]
Salara   [1]
San Martino di Venezze   [3]
Stienta   [3]
Taglio di Po   [15]
Trecenta   [5]
Villadose   [3]